Matrimonio con rito ebraico

MATRIMONIO CON RITO EBRAICO ALLA COMMENDA DI SAN CALOGERO

Realizzare le foto di matrimonio con rito ebraico di Ania e Danny alla Commenda di San Calogero (location di matrimoni e non solo), è stata la mia prima esperienza di rito ebraico, che ho vissuto in maniera particolarmente emozionante.

Ania e Danny vivono a Londra e cercavano un fotografo in Sicilia che potesse realizzare delle foto artistiche di matrimonio con rito ebraico. Grazie ai consigli delle wedding planner di Wedding Sicily hanno avuto la possibilità di conoscere il mio lavoro ed abbiamo iniziato a sentirci via mail. Già dalla prima mail è nata quella che io chiamo “empatia digitale” che riesco spesso ad instaurare con molti miei clienti stranieri o che vivono fuori dalla Sicilia.

“Abbiamo cercato alcuni fotografi, ma la fotografia di Deborah si è davvero distinta tra tutte. Deborah e Gaetano sono riusciti a catturare i momenti più belli e a realizzare degli scatti artistici molto diversi dalla classica fotografia da matrimonio.”

Ania e Danny hanno scelto di celebrare il loro matrimonio in Sicilia, in omaggio alle origini paterne di Ania ma soprattutto perché la Sicilia ha fatto breccia nei loro cuori già dalla prima visita. Tra le tante location di matrimoni proposte si sono subito innamorati della Commenda di San Calogero, una villa storica immersa in un paesaggio agreste incontaminato a Brucoli, a metà strada tra Catania e Siracusa. Un luogo dove il tempo sembra essersi fermato, che riesce a coniugare semplicità, eleganza e tutti i profumi e i colori mediterranei della Sicilia.

Un’esplosione di sicilianità pura fatta da maioliche, giardini e da una deliziosa chiesetta con porte e finestre blu circondata da una rigogliosa e affascinante Bouganvillea fucsia, simbolo di passione e di benvenuto.

I preparativi sono iniziati in tarda mattinata, dopo un bagno in piscina rilassante insieme ai tanti invitati giunti da diverse parti del mondo.
La sposa si è preparata insieme alla mamma e alle damigelle d’onore, in un ambiente sereno e rilassato, tra risate, brindisi e complicità che mi ha permesso di lavorare in estrema libertà, come io amo fare.

Dall’altra parte della villa anche lo sposo iniziava a prepararsi con la stessa atmosfera leggera, insieme al papà, agli amici e a tutti gli invitati che piano piano riempivano di colore il cortile della dimora con i loro abiti da cerimonia.

La celebrazione del matrimonio con rito ebraico ha avuto luogo all’interno del bellissimo giardino italiano sotto il tradizionale Chuppah, un baldacchino sorretto da 4 pali e un telo, abbellita da fiori bianchi e foglie di ulivo ed eucalipto. Un lungo corteo nuziale, aperto dallo sposo insieme alla mamma, seguito dalle damigelle è stato chiuso da un’emozionata sposa accompagnata dal papà.
La cerimonia è stata celebrata dal cugino degli sposi che ha reso tutto molto personale ed emozionante e la particolarità di questo rito è stata la presenza degli sposi e dei familiari più stretti sotto il Chuppah che simboleggia, infatti, la casa degli sposi. Il rito è terminato con la tradizionale rottura del calice, poggiato a terra e calpestato dalla sposo per mandarlo completamente in frantumi e seguito dagli applausi di gioia di tutti gli invitati che hanno poi seguito gli sposi verso la zona aperitivo nell’altro giardino all’italiana presente nella location di matrimonio.

Immersi nel profumo degli alberi di agrumi gli sposi si sono concessi un momento di relax con gli invitati, tra brindisi, risate, arancini siciliani e qualche foto di famiglia.

Con i bicchieri ancora in mano abbiamo fatto una passeggiata all’interno della Commenda di San Calogero, alla scoperta degli angoli più caratteristici, per qualche momento intimo degli sposi che hanno avuto un pò di tempo per stare insieme e raccontarsi le emozioni appena vissute. Ania e Danny sono due ragazzi molto semplici e riservati e ho cercato di rispettare la loro volontà di avere solo qualche scatto spontaneo di questa fase che è durata circa 15 minuti per non togliere tempo alla cena e alla festa. Quello che cerco, per realizzare delle foto artistiche di matrimonio, è la semplicità di un muro scrostato, la bellezza di un buganvillee colorato, la simmetria di colori e forme ma soprattutto la complicità di una coppia innamorata, per cui è stato abbastanza semplice in una location di matrimonio così bella e con una coppia giovane come Ania e Danny.

“Sono in grado di scattare delle foto così belle e naturali, senza che tu nemmeno ti
accorga di loro. Ci hanno fatto sentire davvero a nostro agio.”

Il ricevimento di nozze ha avuto luogo all’interno di un viale di ulivi illuminato da tante lucine colorate, all’interno della location di matrimonio. Un lungo tavolo imperiale è stato decorato egregiamente con fiori bianchi e limoni siciliani, comprati al mercato il giorno prima del matrimonio dagli amici degli sposi.

L’arrivo degli sposi al ricevimento è stato accolto da tanti calici alzati per il brindisi con gli sposi. Nel corso della cena a base di piatti semplici della tradizione siciliana, una serie di discorsi da parte del papà e della mamma della sposa, del papà dello sposo e degli amici più cari hanno reso la fase del ricevimento piacevole, divertente ed emozionante. Noi siamo riusciti a mimetizzarci tra gli invitati e abbiamo avuto la possibilità di scattare qualche foto spontanea, di quelle che amo fare.

“Sono persino rimasti più in là di quanto ci aspettassimo, scattando delle foto epiche del ricevimento e dei balli scatenati post cena.”

Ania e Danny, come molte coppie straniere, hanno deciso di non avere la torta nuziale ma tante birre ghiacciate ed open bar!
L’intrattenimento è stato fantastico, un djset strepitoso diretto dal testimone dello sposo che ha passato musica contemporanea che fatto ballare tutti gli invitati, dai più giovani ai più anziani. Non poteva mancare la danza della Hora, cioè il tipico ballo della tradizione ebraica nel quale gli sposi vengono issati sulle sedie e a tempo di musica.

Il momento della festa è uno dei miei preferiti, adoro stare in mezzo alla gente, mimetizzarmi tra loro e immortalare i momenti più folli e le espressioni più buffe di quando il tasso alcolico aumenta. Le foto che vengono fuori da questi momenti sono incredibili.
Come sempre si finisce a divertirci insieme agli sposi e agli invitati e continueremmo a scattare e ballare tutta la notte per poi salutarci non più come fotografo e sposi, ma come degli amici che hanno passato insieme un matrimonio indimenticabile!

“Raccomando sicuramente Deborah – ha realizzato degli scatti davvero bellissimi”.

Ti piace come lavoro? Conosciamoci meglio!

Planning: Wedding Sicily
Venue: Commenda di San Calogero
Floral Design: Fiorelli Wedding
Bride dress : Heart Aflutter Bridal Boutique
Hair & Makeup: Modhair

Questo lavoro è stato pubblicato sul blog inglese Love my dress

Sorry, the comment form is closed at this time.