unione civile castello camemi

Unione civile al Castello Camemi in Sicilia – Salvo e Dan

Volevo che le fotografie dell’unione civile di Salvo e Dan al Castello Camemi in Sicilia raccontassero il coronamento dell’amore tra due anime gemelle.

Salvo è un fashion designer siciliano, vulcanico e super creativo, Dan invece è un inglese ed è la parte più pacata di questa coppia incastrata alla perfezione. Vivono a Londra ma hanno scelto la Sicilia per celebrare la loro unione civile.

Ricordo ancora la prima mail di Salvo, che ha avuto modo di apprezzare le mie foto scattate al matrimonio di un’amica e si è subito riconosciuto nel mio stile, ricercando una fotografia artistica ma spontanea e fresca.

“Fotografa raccomandata da amici e dopo aver visto il loro lavoro sapevamo sarebbero state le persone giuste.”

Dopo la prima skype-call ci siamo piaciuti subito e si è creata immediatamente la giusta empatia, è stato come conoscersi da tanto tempo. Hanno così deciso di affidarsi a me per raccontare e documentare la loro giornata di festa.

Entrambi sono molto uniti alle famiglie e hanno una miriade di amici e volevano che il loro matrimonio in Sicilia potesse essere l’occasione perfetta per unire tutti gli invitati, parenti e amici giunti da diverse parti del mondo.

Un anno prima del matrimonio hanno iniziato la ricerca della location perfetta per il loro matrimonio e si sono innamorati a prima vista del Castello Camemi, un luogo meraviglioso immerso nell’entroterra siciliano che in primavera rappresenta un’esplosione di colori e profumi.
Il Castello Camemi era una fortificazione nobiliare quattrocentesca che fu anche una delle residenze estive dei Viceré dal 1412 al 1830. Oggi, dopo un lungo ed attento restauro conservativo, è una location mozzafiato per matrimoni apprezzata in tutto il mondo.

Entrambi gli sposi tenevano molto a sfruttare l’esterno del castello proprio per non perdere l’aspetto bucolico dell’entroterra siciliano.

Il giorno del matrimonio siamo arrivati di mattina e ricordo un caotico via vai di persone tra i vari piani del castello, con le mamme degli sposi che si truccavano insieme e la mitica nonna di Salvo che aiutava a stirare i vestiti degli sposi e a dare preziosi consigli.
Nel frattempo il fratello di Salvo coordinava alla perfezione tutto il matrimonio. Salvo ha realizzato con le sue mani gli abiti di sua madre e di sua sorella per cui è stato lui stesso a vestirle.
Successivamente l’arrivo delle amiche e delle testimoni ha reso l’atmosfera ancora più frizzante e allegra, un vero e proprio uragano di energia e colore.

Nel frattempo una costante pioggia mattutina iniziava a mettere a dura prova i due sposi che non hanno mai perso la speranza di poter celebrare le nozze all’aperto.

Salvo e Dan si sono preparati insieme in una delle bellissime stanze del castello e sono rimasta estasiata dai dettagli dei loro accessori realizzati a mano e dall’eleganza con tocchi eclettici dei loro abiti. Ma non potevo aspettarmi altro da una mente creativa come quella di Salvo!

Dopo la vestizione e qualche momento di titubanza dovuta al meteo, il cielo si è finalmente schiarito ed in un lampo hanno riorganizzato la cerimonia all’esterno per la gioia dei due sposi che non hanno rinunciato al loro desiderio.

La cerimonia è stato un momento molto toccante, sin dall’ingresso degli sposi accompagnati dalle mamme e dalla nonna di Salvo. Non nego di essermi commossa parecchio, avete mai visto un fotografo di cerimonie che piange mentre scatta? Io a volte lo faccio! 🙂

L’ unione civile è stata celebrata dalla migliore amica di Salvo, dettaglio che ha reso tutto molto personale.
Gli sposi si sono scambiati delle promesse molto divertenti ma anche molto emozionanti che hanno suscitato sia sorrisi che lacrime da parte degli invitati. Si capiva subito che sono perfetti l’uno per l’altro.

Dopo la cerimonia i due sposi sono stati tempestati di riso e di abbracci da parte di amici e parenti. Un loro amico, squisitamente folle, li ha caricati sul pick-up, ha organizzato una sorta di trono sul retro e li ha portati strombazzando per le campagne della tenuta.
Io non mi tiro mai indietro per cui sono salita in macchina con loro e ho continuato a scattare nonostante il percorso parecchio movimentato a bordo!

Abbiamo approfittato delle campagne in fiore per fare qualche foto di coppia e Salvo e Dan si sono goduti questi brevi momenti insieme per condividere in intimità le emozioni della cerimonia nuziale appena vissuta.

Al nostro rientro gli invitati aspettavano ansiosi con i bicchieri in mano e abbiamo fatto una fotografia di gruppo.

Gli sposi tenevano tantissimo alle foto di famiglia per cui ho cercato un angolo interno del Castello con un camino d’epoca, una luce di taglio proveniente da una finestra e ho allestito un piccolo set per delle foto di famiglia in vecchio stile.
Nonostante il mio stile di fotografia di matrimonio sia il reportage, trovo che le foto di famiglia siano molto importanti e senza tempo. Conservare il ricordo dei membri di una nuova famiglia è la più antica utilizzazione popolare della fotografia. Bastano solo pochi minuti ma posso garantire che sono delle foto che ogni coppia sarà felice di aver scattato e sarà un regalo perfetto per le cornici dei familiari.

Dopo la celebrazione dell’unione civile, ci siamo spostati nella grande sala interna del castello con tavoli rotondi arricchiti da fiori delicati e dalle tipiche teste di moro. I tanti bambini presenti al matrimonio correvano liberi sul prato esterno.

Il pranzo è stato intervallato da tanti brindisi con gli sposi e da innumerevoli discorsi da parte degli sposi e degli invitati, un momento molto commovente (per addetti ai lavori e invitati).

A metà del pranzo, appena il dj ha iniziato a suonare la musica preferita degli sposi, in modo quasi spontaneo si sono alzati tutti e hanno cominciato a ballare, divertendosi moltissimo. Un momento di balli esilarante che ha interessato gli invitati di tutte le età e, come sempre, io e la mia macchina fotografica in simbiosi per non perdere nemmeno un momento. Questo è uno dei compiti più difficili della fotografia di matrimonio, riuscire a essere presente sulla scena senza intralciare lo svolgimento delle azioni, ma con gli occhi sempre vigili per non perdersi quello che succede attorno!

Nel frattempo, nel grande cortile centrale, al di sotto di un albero secolare, la torta nuziale piena di cannoli siciliani era pronta per il taglio da parte degli sposi.
Dopo il taglio della torta, l’irruzione degli amici ha trasformato questo momento romantico in uno dei più goliardici della giornata, con tanto di torta in faccia!

Dopo il tramonto il matrimonio ha cambiato totalmente aspetto, con un cambio di look da parte degli invitati e degli sposi, che hanno sfoggiato un abbigliamento più casual ma sempre molto trendy!
Tra un ballo e una birra, uno spritz e un trenino tutti gli invitati hanno  trasformato il cortile del castello in un night club londinese, un’atmosfera fantastica e cosmopolita che ha interessato gli invitati di tutte le età.

Un after party talmente divertente che sarei rimasta con loro fino a notte fonda!
Ho vissuto intensamente questo matrimonio e non smetterò mai di ringraziare Salvo e Dan per avermi dato la possibilità di raccontare la loro unione civile con piena libertà. Spero di essere riuscita d rendere eterni i loro ricordi importanti attraverso il racconto delle foto del matrimonio.

 

Ti piace come lavoro? Conosciamoci meglio!

Le foto realizzate da me per questo momento speciale sono state citate sul blog inglese Rock My Wedding

Sorry, the comment form is closed at this time.